IL PROGETTO

Youth Workers and Rural Heritage Promotion

YRP è un progetto transnazionale sviluppato nell’ambito del programma europeo Erasmus+ (Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche – Capacity Building nel campo della gioventù) coordinato dalla Cámara de Comercio e Industria para España e finalizzato all’aggiornamento delle competenze degli operatori giovanili per promuovere il patrimonio culturale nelle aree rurali, attraverso la realizzazione di attività non formali e informali, nonché per migliorare l’uso delle ICT, in linea con la Strategia Europa 2020.

Gruppo target diretto di YRP:

Operatori giovanili che lavorano nelle zone rurali e che entrano in contatto con i giovani e ragazzi durante le loro attività quotidiane e che appartengono a organizzazioni pubbliche e private. Parteciperanno attivamente a tutte le fasi di implementazione del progetto (partecipazione ai colloqui con gli stakeholder, corso pre-partenza, job shadowing, corsi di formazione e follow-up, attività di disseminazione).

Gruppo target indiretto di YRP:

Animatori giovanili, formatori per i giovani, associazioni giovanili, centri educativi e formativi che si occupano di sviluppo rurale/ICT/ promozione del patrimonio culturale, camere di commercio, PMI che si trovano in zone rurali/PMI/ organizzazioni/associazioni che operano nel settore delle ICT/promozione del patrimonio culturale/sviluppo rurale/formazione giovanile, enti pubblici nelle aree rurali, università, giovani, persone interessate ai settori coinvolti nel progetto.

Il progetto avrà un impatto positivo su:

Target group diretto

  • Miglioramento e aggiornamento delle competenze e capacità degli operatori giovanili in Europa e nei paesi al di fuori dell’UE.
  • Promozione di dibattiti costruttivi, di un pensiero orientato ai contenuti e iniziative creative nelle zone rurali.

Sulle organizzazioni partner

  • Il rafforzamento dell'interazione tra i diversi stakeholder istituzionali e i principali attori non governativi nelle zone rurali.
  • Promozione delle capacità di sviluppo delle organizzazioni attive nel campo della gioventù nelle zone rurali in tutta Europa e oltre i confini europei.
  • Introdurre le questioni giovanili nelle agende istituzionali a livello locale/regionale/nazionale.

Far viaggiare gli animatori giovanili e i partner in paesi diversi porta ad

  • Aumentare la coesione e il multiculturalismo a livello europeo e mondiale.
  • Promuovere opportunità di formazione non formale e informale per gli animatori giovanili nelle zone rurali.
  • Rafforzare la cooperazione tra i diversi attori delle zone rurali e le organizzazioni giovanili.
  • Aumentare la competitività delle zone rurali Le PMI, le associazioni imprenditoriali e l'industria aumentano la cooperazione tra gli operatori giovanili delle zone rurali dell'UE e dei paesi terzi.

Sui progetti per i giovani

  • Aumentare la consapevolezza dell'importanza dei progetti Erasmus+ Gioventù nelle zone rurali.
  • Porre l'accento sulla necessità di formare gli animatori giovanili nelle zone rurali.
  • Sottolineare l'importanza di sviluppare e diffondere concetti e metodologie nel settore dell'apprendimento informale e non formale.
  • Familiarizzazione con le caratteristiche chiave e le priorità del programma Erasmus+ Gioventù.
  • Rafforzamento della dimensione europea e transnazionale dei progetti.

PARTNER

YRP è un’ ampia iniziativa transnazionale che riunisce 9 partner di paesi UE ed extra UE (Spagna, Portogallo, Polonia, Italia, Argentina e Brasile) con diverse specializzazioni.

  • Tre organizzazioni attive nel campo dell'istruzione e della formazione: Istituto di Cultura di Évora - ICE (Portogallo), Associazione ARID (Polonia), Tiber Umbria Comett Education Programme - TUCEP (Italia).
  • Una amministrazione pubblica locale: Cabildo de Gran Canaria - CGC (Spagna).
  • Un'associazione a sostegno dello sviluppo sostenibile nella regione amazzonica: Amigos da Terra-Amazonia Brasileira (Brasile).
  • Un'istituzione pubblica di educazione formale: Universidad Nacional de Rosario - UNR (Argentina).
  • Tre Camere di Commercio: Cámara de Comercio e Industria Italiana para España - CCIS (Spagna), Camera di Commercio Italiana per il Portogallo - CCIP (Portogallo), Cámara de Comercio Italiana de Rosario - CCIR (Argentina).

SPAIN

COORDINATOR

PORTOGALLO

POLONIA

ITALIA

ARGENTINA

BRASILE

OBIETTIVI

Il progetto risponde a due delle sei priorità di sviluppo rurale sostenute dalla RESR (Rete europea per lo sviluppo rurale, periodo di programmazione 2014 – 2020): Priorità 1 (Trasferimento delle conoscenze e innovazione) e 6 (promuovere l’inclusione sociale, la riduzione della povertà e lo sviluppo economico nelle zone rurali).

L’obiettivo principale del progetto è quello di valorizzare le tradizioni agricole locali e il patrimonio rurale attraverso la creazione di un nuovo profilo professionale per gli operatori giovanili: Consulente per l’innovazione per la promozione del patrimonio culturale nelle aree rurali, in grado di utilizzare strumenti digitali per aumentare la consapevolezza dell’importanza del patrimonio rurale locale, soprattutto tra i giovani e i principali stakeholder attivi nei settori del progetto.

Il progetto prevede il coinvolgimento degli operatori giovanili delle zone rurali come gruppo target diretto, fornendo loro le conoscenze, le competenze e le abilità necessarie per aiutare i giovani a rispondere alle sfide delle zone rurali.

Parteciperanno attivamente a tutte le fasi di realizzazione del progetto (corso e-learning, corso pre-partenza, job shadowing, corso di formazione e follow-up, attività di disseminazione).

L’obiettivo specifico del progetto è quello di creare un nuovo profilo professionale: Consulente per l’innovazione per la promozione del patrimonio culturale nelle aree rurali.

Il suo compito principale sarà quello di valorizzare il patrimonio rurale attraverso l’uso di adeguate competenze digitali.

Il progetto si propone di fronteggiare le principali sfide che le zone rurali devono affrontare oggi:

Gli obiettivi specifici del progetto sono i seguenti:

  • Sensibilizzare gli operatori giovanili e le comunità locali sull'importanza del patrimonio rurale per stimolare la crescita economica, l'inclusione sociale e la diversità culturale nelle zone rurali. Per saperne di più
  • Promuovere il patrimonio e le attività rurali per orientare la creatività e l'innovazione.
  • Aumentare l'imprenditorialità e l'uso delle competenze digitali tra gli operatori giovanili nelle zone rurali per promuovere il patrimonio rurale.
  • Aumentare la disponibilità di animatori giovanili competenti per sostenere la transizione verso un'economia sostenibile e innovativa nelle zone rurali.
  • Dare la priorità alla formazione non formale e informale, in particolare diretta agli operatori giovanili e ai giovani svantaggiati in cerca di un primo impiego nelle zone rurali.
  • Istituire meccanismi per sensibilizzare gli animatori giovanili sull'importanza del patrimonio culturale e delle TIC e sulle tendenze del mercato del lavoro nelle zone rurali.